La pentola a pressione, gli anni 60 e una ricetta

60-anni-lagostina

 

I favolosi anni 60 sono gli anni

del boom economico in occidente,

della conquista dello spazio,

delle gonne che si accorciano,

delle fantasie optical,

delle cucine in formica,

della prima collezione pret a porter,

dei collant,

dei cocktail,

dei colori caldi e brillanti,

e della nascita della prima pentola a pressione Lagostina.

Tanti sono i racconti di mia madre e di mia nonna sugli anni 60, tanti i vestiti della loro stanza degli armadi, le foto, gli aneddoti, e poi c’é la pentola a pressione Lagostina di mio nonno paterno, medico che cucinava, in funzione ancora oggi a casa dei miei genitori e il cui fischio profumato si mescola ai miei ricordi di bambina e ragazza.

 

fiat-500

 

La festa di compleanno per i 60 anni della prima pentola a pressione, “la Lagostina“, é stato un tuffo nei ricordi e nei racconti, tra la 500 ricevuta da mio padre per la laurea, il tavolo in formica della cucina di mia nonna, il fischio delle pentole a pressione durante la gara di cucina, le fotografie e quel marchio così familiare per tutti (chi non identifica Lagostina con pentola pressione?).

 

pentola-a-pressione

 

Hai detto gara di cucina?

Sì, e l’arbitro era Antonino Cannavacciuolo e…

ho vinto con la mia mini squadra di donne!

 

Ma andiamo con ordine, visto che per me é stata la prima volta in assoluto a tu per tu con la pentola a pressione, nonostante sia parte dei miei ricordi e non c’é ricetta di mia madre meglio riuscita di tutte quelle realizzate con La Lagostina quasi giornalmente, e da qui é scoppiato l’amore.

 

gara-di-cucina

 

La gara é stata a squadre e per portate e alla mia squadra é stato assegnato il contorno: la ratatouille di verdure.

 

Cucinare una ratatouille di verdure in pentola a pressione é velocissimo, preserva aromi, vitamine, nutrienti e la velocità di cottura non permette la formazione di sostanze nocive causate dalla prolungata esposizione al calore ma richiede alcuni accorgimenti:

al taglio tenere presente la diversa consistenza e tempo di cottura delle singole verdure,

non salare in fase di cottura per evitare la perdita di liquidi,

dosare bene la quantità di pomodoro sempre per via del rilascio di liquidi.

 

60-anni-lagostina

 

Gli ingredienti:

1 peperone giallo

1 zucchina genovese

1 patata grande

1 malanzana

4 pomodorini ciliegino (1 pomodoro ramato medio)

2 ecodosi acqua

2 cucchiai di aceto (1 cucchiaio di aceto)

2 cucchiai di pinoli (1 cucchiaio di pinoli)

2 cucchiai di uvetta (1 cucchiaio di uvetta)

4 cucchiai olio evo

prezzemolo q.b. a piacere (utilizzato)

sale

 

Mettere l’uvetta a bagno in acqua calda mentre si tagliano le verdure (procedere tagliando a tocchi più piccoli le verdure che richiedono maggior tempo di cottura come le patate e i peperoni e a tocchi più grandi zucchine e melanzane e pomodoro).

Strizzare l’uvetta, mescolarla con le verdure aggiungendo i pinoli, versare nel cestello, aggiungere le ecodosi di acqua e irrorare con l’aceto. Non salare. Non aggiungere olio.

Cottura: 7 minuti dal fischio.

Al termine, condire con l‘olio evo a crudo e il sale, aggiungere il liquido di cottura ristretto e cospargere di prezzemolo.

 

cottura-in-pentola-a-pressione

La nostra ratatouille

anni-60

Antonino Cannavacciuolo e l’assaggio della ratatouille

 

Antonino Cannavacciuolo ha commentato la ratatouille preparata con la ricetta appena annotata e le variazioni evidenziate tra parentesi e in grassetto “ben cotta, con sapori ben bilanciati ed amalgamati ed ingredienti perfettamente distinguibili“, cosa volere di più?

 

pentola-a-pressione

La Classica

 

La Classica é entrata nella mia cucina, la sto usando tantissimo (e mi chiedo come abbia fatto finora) e ho superato il timore infondato nei suoi confronti anche perché, pur avendo mantenuto il design originale anni 60 che ben conosco, da sicura é diventata sicurissima perché prodotta con le nuove tecnologie di sicurezza e, a differenza della primissima sorella, con la doppia valvola.

Ho già cucinato vari secondi e prossimamente medito di preparare il primo creme caramel della mia vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *