Tie’ di Ulturale, la cravatta sartoriale tra tradizione e irriverenza

cravatta-sartoriale

 

Comm’ v’ piace a vuje, dicono da Ulturale,

e a noi piace parecchio.

 

Quando ho scoperto che, tra le sue pieghe, una cravatta sartoriale Made in Italy può nascondere un cornetto di corallo portafortuna (o anti malocchio, questione di punti di vista!), sono a dir poco impazzita!

Non é necessario avere, come me, sangue del Sud che scorre nelle vene per intuire la genialità di questa idea e come l’accostamento del sacro (perché di sacralità si tratta quando parliamo di seta italiana cucita rigorosamente a mano) al profano sia terribilmente ironico, colto e irriverente allo stesso tempo.

 

ulturale-napoli

Il filo di frizione

 

Da Ulturale i maestri artigiani cuciono a mano ogni singola cravatta e il filo di frizione, che scorre lungo tutta la cravatta e la mantiene in forma, lo testimonia.

Guai a tagliare “la frizione”,

la cravatta si disferà tra le mani!

 

Cucire a mano un unico taglio di morbidissima seta italiana, o in alternativa inglese, e

con tre, sette, dieci o addirittura dodici pieghe

trasformarlo in una cravatta che indosso non prenderà strane posizioni e che, anche dopo un’intera giornata, una volta tolta non avrà pieghe, non é cosa da tutti.

 

cravatta-artigianale

 

Le fantasie e i colori sono classici, non c’é spazio per esperimenti, l’ironia sta tutta nel cornetto che, se si vorrà, se ne starà lì, muto e discreto tra le pieghe e, chi lo sa, magari svolgerà il suo compito in modo egregio.

Attenzione, però: il cornetto portafortuna, come avevo già  raccontato qui, non va assolutamente comperato ma deve essere regalato, e poi deve essere di corallo, altrimenti non avrà alcun effetto!

La sua storia risale alla notte dei tempi, pare addirittura  all’epoca preistorica, quando erano le corna degli animali e la loro grandezza a determinarne la potenza e la pericolosità per l’uomo, quindi presto divennero simbolo di forza e da lì il passo verso la simbologia scaramantica é stato breve.

 

cravatte-fatte-a-mano

 

Certo, i più razionali potranno scegliere di non indossare alcun cornetto, magari preferendo un minuscolo bottoncino in argento e onice o corallo o madreperla, perché la personalizzazione é uno dei tratti distintivi di Ulturale, oppure di indossare una cravatta “nuda”, caratterizzata solo da pieghe e frizione ma, così, avranno sicuramente rinunciato ad uno dei doni più grandi che si possano ricevere da madre natura: l’autoironia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *