Come nasce Inventario, il bookzine vincitore del Compasso d’Oro 2014

Come-nasce-inventario-bookzine-vincitore-compasso-doro

 

Come nasce Inventario, il bookzine diretto da Beppe Finessi e sostenuto da Foscariniunicum nel panorama dell’editoria e della comunicazione di impresa e vincitore di un Compasso d’Oro ADI 2014 per

“la capacità di sintetizzare argomenti culturalmente elevati con leggerezza, illustrandoli con una forte identità visiva e qualità del prodotto editoriale”

é stato l’argomento di un’interessante chiacchierata con i suoi ideatori, tenutasi presso lo spazio Brera di Foscarini durante la prima edizione della Fall Design Week milanese.

 

Brera-design-days-ottobre-2016

 

Innanzitutto il nome Inventario, dal latino “invenio che vuol dire scoprire/trovare/raccogliere ma anche inventare/conoscere/sapere, non é stato scelto a caso ma riflette esattamente lo spirito di rivista indipendente, lungimirante e libera e la volontà dei suoi creatori.

 

Inventario, infatti, é

curiosità e libertà” (Beppe Finessi)

libertà e archivio di progetti” (Carlo Urbinati, Foscarini).

 

La libertà di scelta dei contenuti é il filo conduttore, la base e l’ispirazione di questo bookzine, che é quindi una sorta di “progetto dei sogni”, una raccolta di tutto ciò che piace ai suoi creatori e che viene catalogato senza la pretesa di indicare una strada da percorrere, un metodo o uno stile ma

suggerendo di volta in volta

una visione ampia,

internazionale

e la molteplicità di punti di vista.

 

Clarissa-vintage

 

La libertà non é solo di contenuto ma si esprime anche attraverso la libertà di Foscarini, azienda senza fabbrica e quindi libera nella realizzazione di ogni progetto, che ha scelto di non comparire nella rivista se non attraverso un’immagine di una delle proprie lampade, che in ciascun numero del bookzine viene liberamente interpretata da un fotografo di fama internazionale (e la cui raccolta é in esposizione in questi giorni presso lo Spazio Foscarini a Brera).

 

 

I progetti di cui parlare, di volta in volta individuati sia in base ad argomenti consolidati che su trend del momento ma comunque sempre perché regalano sogni ed emozioni (il primo numero, ad esempio, contiene un approfondimento sulle altalene, ad esempio), non appena scelti vengono ordinati secondo rubriche precise e una grafica precisa, quest’ultima curata da Artemio Croato.

 

Foscarini-e-Inventario-bookzine

 

Il progetto di Inventario, infine, é completato da una collaborazione ormai consolidata con la Casa Museo Poldi Pezzoli, che ogni anno ospita una mostra che indaga i rapporti tra arte e design (l’ultima edizione é stata “Quasi segreti”, dedicata ai cassetti e al loro mondo fantastico) e che, ogni anno, la Stanza visita orgogliosamente in anteprima durante la presentazione.

 

Quasi-Segreti-mostra

Chest of drawers, Tejo-Remy – Quasi Segreti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *