Anima boho, anima gypsy o entrambe?

stile-boho

 

Il mio stile tipico in tarda primavera ed estate?

Lo stile boho (chic eventualmente lo direte voi) da tempi insospettabili, sul blog, infatti, ci sono tracce di questa mia attitudine e anche qualche outfit  sparso qua e là.

Lo scorso anno, ad esempio, il mio DIY estivo sono state le espadrilles con pompon e perline, in perfetto ed inevitabile stile boho (o gypsy?), quest’anno saranno alcuni sandali eoliani che trasformerò con pompon e pendenti – mi sono già attrezzata e presto ne parleremo! – come moda di stagione comanda a gran voce ma…

che differenza c’é tra lo stile boho-chic e lo stile gypsy?

Abbiamo un’anima gitana o boho o entrambe?

Parliamone insieme!

 

stile-boho-e-gypsy-differenze

 

Innanzitutto lo stile boho-chic é più recente dello stile gypsy nel quale affonda le sue radici ma dal quale si differenzia in modo sostanziale.

Quello boho-chic é uno stile recente, nato meno di vent’anni fa, ed é intrinsecamente legato al vintage (la nascita risale allo stesso periodo non a caso), anzi, mi verrebbe quasi da dire che si tratti di un esercizio di stile del vintage stesso.

Fintamente nonchalance, lo stile boho é tutt’altro che libero da schemi e spontaneo, questa é forse la differenza più evidente rispetto allo stile gypsy, con il quale però condivide l’anima eco e in armonia con la natura, aspetto assolutamente non marginale.

 

Se lo style gypsy é spontaneo e libero da tutto e della libertà é proprio l’emblema,

lo stile boho é studiatissimo nei minimi dettagli e non lascia spazio al caso.

Se lo stile gypsy esprime la libertà di essere se stessi,

lo stile boho esprime la libertà di mescolare capi (possibilmente vintage e fichissimi)

senza voler dare altro messaggio che questo.

Lo stile boho attinge a piene mani dal gypsy quando si tratta di

fiori,

piume,

pompon,

gonne e vestiti lunghi

(ma che siano di tessuti preziosi, per carità! Quindi non cotone ma mussola, non acrilici ma chiffon di seta etc.),

specchietti,

paglia e perline;

con lo stile gyspy condivide l’amore per l’ambiente, non a caso chi veste boho é sempre anche vintage ma non solo questo, chi ama lo style boho infatti cerca i piccoli produttori locali, ama il fai-da-te e le filiere trasparenti.

 

Come vestire boho, dunque?

 

Stile-boho-caratteristiche

(left)

Blouse: Calypso St. Barth

Capri trousers: Argonne

Handbag: Accessorize

Sandals: Asos Foxi sandals

(right)

Blouse: Vilshenko Isabel blouse

Skirt: Vilshenko Susi skirt

Handbag: Polo Ralph Lauren

Sandals: Asos Fruit Loop sandals

Necklace: GAS Bijoux

 

Posto che é facile avere nell’armadio una gonna larga e lunga o una blusa gypsy in seta, l’idea per “bohemizzarsi” potrebbero essere dei sandali (magari come quelli della moodboard da prendere con un codice sconto ASOS che si può trovare sul sito advisato.it) già direttamente con frange e pompon o, come me, da personalizzare come si vuole!

Il sole, le lunghe giornate, il caldo e l’allegria dell’estate faranno il resto (magari tirando fuori dall’armadio il secchiello anni 90 che va tanto di moda quest’anno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *