Quasi Segreti. Cassetti tra Arte e Design.

La mostra che annualmente al Museo Poldi Pezzoli indaga i legami tra Arte e Design, giunta alla sesta edizione, quest’anno é dedicata ai cassetti e ai mondi fantastici che portano con sé.

 

Quasi-Segreti-mostra

Tejo Remy

 

I cassetti hanno un significato funzionale, quello di conservare-nascondere, ma anche un significato che va oltre: hanno la capacità di contenere un mondo segreto e fantastico.

E’ proprio questo mondo fantastico e i suoi legami con l’arte e il design classico e contemporaneo che InventarioFoscarini e il Museo Poldi Pezzoli – che tra i suoi tesori custodisce anche alcuni esempi di stipi ageminati della tradizione lombarda di fine 1400-500 – hanno voluto indagare, presentando con questa mostra l’interpretazione di cassettiera data nel corso degli anni dai designer contemporanei.

 

Mostra-Quasi-Segreti

Zanotta

 

Il sogno nel cassetto.

Non esiste altra lingua europea, oltre all’italiano, che esprima lo stesso concetto del segreto e della meraviglia che un cassetto può contenere.

Segreto e meraviglia.

Ecco che rivedo me bambina in quel corridoio lungo, che a me allora sembrava lunghissimo, incamminarmi verso lo studio di mio padre, colmo di libri, fogli, orologi e cassetti.

La libreria, che occupava da terra a soffitto quasi tutta una parete, in basso aveva due file di cassetti composti e ordinati, senza serratura ma che io non ho mai osato aprire se non per espressa richiesta di mio padre.

Anche la scrivania, un tavolo fratino del 600, aveva di 2 cassetti; mio nonno li aveva fatti aggiungere dal momento che, prima di mio padre, aveva eletto quel tavolo a propria scrivania e i fratini non hanno cassetti.

Quei due cassetti erano di ferro, scorrevano pesanti e lenti su binari anch’essi di ferro ed erano sempre chiusi a chiave.

Li ho sempre guardati a lungo con sospetto e timore, credo di averli visti aperti sì e no 5 volte in tutta la mia vita e di averli aperti, forse, solo una volta sotto lo sguardo attento di mio padre.

Ricordo vagamente che uno di essi conteneva alcune gomme per cancellare, una scimmietta di legno snodabile che non ho mai potuto toccare, un paio di pacchetti di sigarette e non ricordo cos’altro, tanta era l’agitazione che mi prendeva di fronte a quei cassetti.

C’era un mondo lì dentro, quel mondo non era il mio e, quindi, era interessantissimo.

Adesso che sono adulta ho accesso ad ogni angolo di casa dei miei ma quei cassetti, che ormai potrei liberamente aprire, non oso toccarli, come se, facendolo, violassi un segreto e tradissi la fiducia di mio padre.

 

 

Sono anche queste le suggestioni che la mostra sussurra lievemente man mano che ci si addentra nel percorso espositivo, ancora una volta meravigliosamente allestito.

Quest’anno sono previsti anche laboratori didattici per bambini in collaborazione con la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte a cura dei Ludosofici.

 

Quasi Segreti. Cassetti tra Arte e Design.

16 marzo – 25 aprile 2016

Museo Poldi Pezzoli – Via Manzoni 12, Milano

 

Laboratori didattici per bambini dai 5 ai 10 anni

weekend del 2/3 e 16/17 aprile

su prenotazione ore 15,30 (bambini gratis, adulto accompagnatore 7€)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *