L’arte del bijou italiano

In occasione della MFW, 300 pezzi unici in mostra a Palazzo Reale ripercorrono la storia del bijou italiano dalla Dolce Vita agli anni del Pret à Porter.

l-arte-del-bijoux-italiano-mostra

Ornella Bijoux, late 60s

 

Il bijou come lo intendiamo tutti, ossia autonomo rispetto al gioiello nonché vero e proprio sistema integrato di creatività, manifattura e produzione, nasce nel 1951, quando Giovan Battista Giorgini gli dedicò parte della prima sfilata di Alta Moda italiana tenutasi a Firenze.

Nello stesso anno a Milano, la IX Triennale delle Arti Decorative e Industriali Moderne dedicò la propria attenzione anche al bijou che, affiancato ai maestri del progetto italiano, fu così consacrato definitivamente a simbolo della creatività.

 

 

L’Arte del Bijou italiano é una mostra splendida, che racconta la nostra storia dagli anni della Dolce Vita fino al 2000 attraverso oggetti bellissimi, perfetta rappresentazione della realtà in cui nacquero.

La seconda parte della mostra, ospitata nelle Sale degli Arazzi di Palazzo Reale, é dedicata a cinque bigiottieri milanesi che hanno coniugato al meglio la creazione artigianale con la produzione in serie: Ornella Bijoux, Bozart, Sharra Pagano, Ottavio Re e Unger.

 

 

L’arte del Bijoux italiano

Palazzo Reale, Milano

dal 19 febbraio al 2 marzo 2016

Ingresso Gratuito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *