Woman in gold: il film

Adele-Bloch-Bauer

 

Woman in gold, il film ispirato alla storia vera di Maria Altmann nelle sale italiane da un paio di settimane, é indubbiamente fonte di bellezza e ispirazione.

Uno dei capitoli più tristi della storia moderna, infatti, viene rivisto filtrato dalla potenza dell’arte e dalla bellezza di uno dei più famosi dipinti di Gustav Klimt, il Ritratto di Adele Bloch-Bauer conosciuto come La donna in Oro dopo essere stato trafugato dai nazisti, diventato simbolo dell’arte austriaca fino ad essere addirittura considerato una sorta di Mona Lisa nazionale.

 

Woman-in-gold-film

 

La bravissima Helen Mirren é Maria Altmann, nipote dell’Adele del Ritratto.

Adele, ricchissima, colta ed elegante esponente della Vienna di inizi 900, era la musa ispiratrice di Klimt, che frequentava assiduamente i suoi salotti insieme a Gustav Mahler, ed era considerata insieme al marito protettrice delle arti.

Proprio da Adele Maria Altmann ricevette come dono di nozze lo splendido collier raffigurato nel dipinto, andato perduto insieme a tutti i beni di famiglia, tra cui Il Ritratto di Adele, quando i nazisti depredarono le residenze degli ebrei viennesi.

 

Woman-in-gold-il-film

 

Il film racconta la storia di Maria Altmann, che ha voluto recuperare quel dipinto dall’inestimabile valore affettivo, in un continuo alternarsi di passato e presente, di nostalgia e dolore miste a forza ed eleganza, dandoci un interessante spaccato della buona società europea dell’epoca anche attraverso i costumi.

 

Proprio ai costumi del film é ispirata l’idea in moodboard di oggi, che si discosta moltissimo dai sobri tailleur o dai cardigan con le camicette di seta indossati da Helen Mirren, declinando in chiave moderna e da giorno l’eleganza lussuosa di Adele Bloch-Bauer, la splendida donna in oro del dipinto di Gustav Klimt.

Woman-in-gold-tribute

Brocade coat: Rochas

Sequined jumper: Pink Queen

Tweed wide leg trousers: Carolina Herrera

Booties: Chloe

Handbag: Ferragamo

Brass arm-cuff: Isabel Marant

 

Indossare l’oro di giorno? Sì, grazie!

 

Locandina-film

 

Photo credits: Ufficio stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *