Ricetta (facile) della domenica: pan bagnat

Ricetta-nizzarda-La-stanza-degli-armadi-blog
La prima volta che ho assaggiato il pan bagnat è stato a Nizza ed ero appena adolescente.
Da allora è un classico dei mie pranzi veloci estivi ovunque io sia!
Pan bagnat tradizionale

Pane francese o “arabo” croccante (ma anche una piccola baguette)
Pomodori a pezzettini (in realtà a fette)
Cipolla
Peperone verde a pezzettini
(variante: peperone rosso a pezzettini)
Tonno sminuzzato e/o alici sott’olio
Uovo sodo
Olive nere (io, forzando il gusto, uso le taggiasche)
Olio e.v.o.
Sale
Pepe
(variante: basilico)

-tagliare il panino a metà;
– fare la vinaigrette con olio, sale e pepe e usarne un po’ per inumidire il pane;
– in una ciotola unire il tonno, il peperone, le cipolle, le olive nere e condire con la vinaigrette, quindi e farcire il pane con uno strato molto abbondante;
– aggiungere le fette di pomodoro (o i pezzettini) e l’uovo sodo a fettine;
– avvolgete ben stretto in carta stagnola e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.

Ne vado matta e voi?

  5 commenti per “Ricetta (facile) della domenica: pan bagnat

  1. Anonimo
    8 settembre 2013 alle 13:29

    oggi ho visto la ricetta su gioia! di questa settimana. e ora vedo questa ricetta..lo devo fare!!

  2. Paola
    8 settembre 2013 alle 18:07

    A casa mia il Pan bagnat è considerato un must della cucina; mio marito ed i bambini ne sono entusiasti. A me ricorda i primi anni di quando eravamo fidanzati, avevamo circa vent'anni e passavamo le vacanze in Corsica, in campeggio e con pochi soldini in tasca. Il pan bagnat riempiva molto e costava poco…..però devo dire che io da allora ho conservato il problema della digestione del peperone, che proprio se ne resta nello stomaco, in agguato, ben nascosto, e quando meno te lo aspetti si ripresenta…il classico caso del peperone mal digerito, insomma! Però che buono……

  3. 8 settembre 2013 alle 20:12

    Che buono, mi ricorda le giornate in spiaggia

  4. 9 settembre 2013 alle 9:44

    Buono!!!

  5. 11 settembre 2013 alle 13:26

    lo adoro da quando me l'hai fatto conoscere e quest'anno non l'ho ancora fatto… devo rimediare!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *