Mare di Sicilia e beachwear

Sabbia-bianca-e-acqua-turchese-a-Palermo
La morte improvvisa del disco fisso del mio Mac mi ha impedito di postare in diretta durante le mie vacanze in Sicilia, contrariamente a quanto avevo programmato, quindi eccovi alcune foto (rigorosamente improvvisate con iPhone) delle mie dure giornate al mare, quest’anno solo nei dintorni della mia Palermo.
***
The sudden death of my Mac’s hard drive prevent me from posting my beach days in Sicily during last August so here I am with a few pics taken with my iPhone while enjoying the sea near Palermo.

Spiaggia-di-Isola-delle-Femmine

Probabilmente saprete che le coste a nord ovest della Sicilia sono così: sabbia bianca o lievemente dorata, mare in tutte le sfumature del turchese, caldo, limpido e che digrada lentamente per decine e decine di metri prima di diventare profondo, temperature miti non soffocanti, brezza marina che soffia costantemente.

Un paradiso italiano.
***
I am sure you know that the northern part of Sicily is a cool corner of Paradise here in Italy because of its mild weather and its beaches with white sand and transparent turquoise sea.
 
 
Vintage mood anni 50
courtesy of Olivia Gold by Maristella Mare
(from my Instagram @clarissavintage)
Costume-intero-made-in-italy
Mix & match
 
Dopo aver passato gli ultimi due anni in preda alla fissazione per i trikini, quest’anno sono passata direttamente ai costumi interi o ai bikini a vita alta di ispirazione retròMade in Italy, ovviamente.
I costumi sono sempre stati una fissazione e sono l’unico capo per il quale seguo paziente la moda del momento.
Il sangallo che ha imperversato quest’anno, ad esempio, eccolo  qui scelto in lycra gialla con ricami color sabbia.
Ho amato questo costume, definito da più amici “IL costume”!
***
After two years of addiction to trikinis, this Summer I chose 50s inspired bikinis and mix & match or broderie anglaise full swimsuits. Made in Italy, of course.
Broderie anglaise swimsuit
courtesy of Olivia Gold by Maristella Mare
(from my Instagram @clarissavintage)

 

Come sono quest’anno i vostri costumi? E che rapporto avete con loro, siete fissate come me?
***
Let’s tell me about the swimsuits you chose this Summer!
Are you crazy for swimsuits, too?
Palermo-surroundings-landscape
from my Instagram @clarissavintage
Orizzonte-e-mare-calmo

  10 commenti per “Mare di Sicilia e beachwear

  1. 2 settembre 2013 alle 7:47

    Che meraviglia il tuo mare siciliano 😀
    I tuoi costumi sono uno più bello dell'altro!
    Per quanto riguarda me, bè, era qualche anno che, pur abitando al mare, non frequentavo le spiagge, quest'anno, per fortuna, sono rinsavita e ho optato per due bikini a fascia, uno a strisce bianche e nere, molto marinière :)

  2. 2 settembre 2013 alle 9:11

    Ho visto le tue foto su Instagram e sono rimasta incantata!

  3. Paola
    4 settembre 2013 alle 15:02

    Ciao, è un pò che ti seguo ed oggi mi sono decisa ad inserire il mio commento….Beh, posto che io non sono certamente così brava nel vestire e nel conoscere la moda, sia attuale che passata, a proposito di costumi ho due opinioni, ovvero: il costume per eccellenza è il costume intero; se scelto bene, ciascuna per la propria figura, credo sia il costume che dona a tutte. D'altro canto, sul mio fisico e considerato che in spiaggia soffro molto il caldo ed è un continuo fuori e dentro l'acqua, io porto esclusivamente il classico triangolino sopra e sotto, molto minimale, in generale bianco o variazioni sul nero. Saranno vent'anni, credo, che i miei costumi da spiaggia si avvicendano su questi capisaldi. E quando ne devo scartare uno, è una tragedia, ho sempre il terrore di non trovare un degno sostituto! Complimenti per questo tuo blog; ogni tanto vado anche a leggere qualche vecchio post, sono tutti interessanti. Anche perchè abitando tu a Milano, ed io a Como,stò prendendo nota di qualche negozio che hai citato, in modo da andarli a visitare, appena ci capito. Alla prossima!

    • 4 settembre 2013 alle 15:14

      Ciao Paola, che bel commento e benvenuta "allo scoperto" ^_^!
      Allora, ti confesso che anche io ho sempre usato i triangolini minimal ma la seconda gravidanza, ahimè, per via di una patologia (il polidramnios) mi ha rovinato molto l'addome e non posso più usarli. Tragedia ovviata con l'utilizzo di trikini molto ridotti oppure, come quest'anno, con bikini stile anni 50 o interi un po' frou frou.
      Sono felice che ti piaccia il blog, i commenti come il tuo sono uno sprone e una ventata di aria fresca!
      A presto!

  4. Paola
    5 settembre 2013 alle 18:31

    Continuerò certamente a leggerti….stranamente, mi è capitata questa cosa: non sono mai stata una appassionata di moda, ho sempre puntato su capi sportivi e, se possibile, anni 70, sai le gonnone a fiori, i pantaloni a zampa, le zeppe, le maglie con le scritte etc etc. Un pò ero il tipo, essendo di statura media, longilinea, capello incolto e figura snella. Poi, dopo tre figli avuti tardi, ed alla veneranda età di 46 anni (il mio bimbo più piccolo ha 6 anni), non sò proprio perchè ormai da due anni ho completamente cambiato gusto e vesto il classico sportivo all'inglese o capi comunque classici e ben fatti…insomma, diciamo che sono diventata molto selettiva. Anche io ho molta passione per il vintage, ma, purtroppo, non ho capi belli come i tuoi, i tuoi sono davero speciali e tra l'altro l'abilità ed il gusto nel mescolarli dimostra che un capo classico è sempre bello. Sono però molto brava nel lavoro a maglia, realizzo capi per me ed i miei bambini acquistando filati da tutto il mondo, dal sud America al Nord Europa passando per il Giappone. Non compro praticamente nulla di "già pronto". E non è neanche il mio lavoro, faccio tutt'altro, ma il knitting è davvero la mia passione. Continuerò a seguirti perchè mi servi da fonte di ispirazione, compresa la maglia. A proposito, belli i tuoi cappotini in maglia, tra un mesetto li potrai risfoggiare…ti maderò, se riesco a trovarle, qualche foto dei miei. Un caro saluto. Paola

    • 6 settembre 2013 alle 7:09

      Sai che mia nonna, quella della stanza degli armadi, era bravissima a maglia? Anche lei faceva di tutto e in modo perfetto e mi ha insegnato le basi. A me piacerebbe riprendere, quattro anni fa mi ero comperata anche un libro con le basi e avevo trovato dei siti interessanti, poi è nata la mia seconda (anche io gravidanze non da ragazzina :-D) e solo da poco inizio ad avere più tempo a disposizione.
      Sì, mandami le foto, così mi lasci anche la tua mail!
      Ti abbraccio e buon weekend

  5. Paola
    6 settembre 2013 alle 18:35

    Guarda, nel caso tu volessi ricominciare a lavorare a maglia ti posso letteralmente seppellire di informazioni, credo riuscirei ad annoiarti….. Appena riesco ti mando qualcosa, e ti racconto (brevemente, lo prometto!) anche qualche cosa del mondo maglistico di Milano e dinotorni….Buona serata, che belle le serate settembrine!

  6. 16 settembre 2013 alle 20:05

    ciao Clarissa ,

    avevo già visto il post , ma come spesso mi succede mi dimentico di commentare, perchè ciò che vedo mi riporta ad altri pensieri e collegamenti mentali !
    Quel costume intero mi ricorda tanto un costume che avevo qualche anno fa ( ho l'impressione che ne siano passati tanti ) era color cielo ed era ricamato con piccole perline ( vetrini) era cosi' bello che non lo usavo per paura di sciuparlo , questo giallo è molto simile che mi fa venire voglia di comprarlo anche se la stagione è finita .
    ave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *