Foulards à nouer ha un nuovo look (e Modeskine ci ha messo lo zampino!)

Questa è la storia di tre blogger, incontratesi per caso in giro per il web, che navigando incontrarono un’altra blogger.
foulards_a_nouer_bozzetto_E
bozzetto di E.

Un giorno Bailing scrive a Clarissa un delizioso commento su un bracciale turchese anni 60 (o forse 70, vi farò sapere, di bijoux mi intendo poco e mia mamma non ricorda esattamente) e inizia a seguirla e a commentare assiduamente.
Clarissa è stupita, il suo blog ha appena due mesi e ha poche centinaia di visite al mese ma conosce bene Bailing, ama il suo blog-istituzione e adora le sue mise e i suoi racconti.
Clarissa e Bailing iniziano a scriversi sui blog e a scambiarsi qualche email.
Era l’inizio dell’autunno.
Un giorno di primavera una fanciulla di nome Meggie appare tra i commenti di Bailing e Clarissa sempre più frequentemente, finchè i commenti non si trasformano in veri e propri dialoghi.
Meggie inizia a scrivere sul suo nuovo blog e Clarissa e Bailing sono le prime due lettrici fedeli.
Un anno dopo il primo commento sul blog di Clarissa, Bailing va a Milano per la MFW e chiama Clarissa.
Le due si incontrano, vanno a cena fuori e fanno qualche giro insieme.
Partita Bailing, le due inziano a scambiarsi email e messaggi giornalmente.
Era settembre.
Ad Ottobre il giro di email si intensifica e le due diventano tre, perchè nel frattempo Meggie e Bailing hanno avuto l’idea di scrivere insieme una rubrica sui foulard, passione comune, e propongono a Clarissa di partecipare.
Nasce così la rubrica Un nodo alla settimana, con cui le tre per venti settimane di fila annodano (e fanno annodare alle amiche) i loro carré in tutti i modi.
Foulard_a_nouer_Tumblr
images from Foulards à nouer
Le tre si incontrano a novembre, poi di nuovo a febbraio, si scrivono centinaia di email e messaggi, non passa settimana senza che Meggie e Clarissa non si incontrino per un giro o anche solo per un caffè.
Un giorno di febbraio Clarissa riceve una mail da Cecilia,  scoprendo così Modeskine, un altro bel blog.
Cecilia inizia a collaborare su altri progetti con le tre e altre blog-amiche.
Cecilia ha un talento eccezionale nel disegno e le tre, Bailing-Clarissa-Meggie, le chiedono se può disegnare l’header del neonato Tumblr Foulard à nouer, figlio legittimo di Un nodo alla settimana.
Cecilia accetta e propone alcune idee, una più bella dell’altra, tra cui anche il disegno di sua figlia E., che vedete all’inizio del post e che conferma chiaramente come certi talenti siano nel dna!
Alla fine, ecco l’A-D-O-R-A-B-I-L-E bozzetto di Cecilia, ufficialmente header di Foulard à nouer che dà al blog un tocco in più!
Foulards_a_nouer_Header_Originale
Grazie, Cecilia, sei bravissima!

  5 commenti per “Foulards à nouer ha un nuovo look (e Modeskine ci ha messo lo zampino!)

  1. 5 aprile 2013 alle 9:05

    complimenti ragazze, e un applauso di cuore a cecilia e alle sue illustrazioni di livello.
    vostra affezionata annodatrice

  2. 5 aprile 2013 alle 12:26

    Grazie Clarissa, è stato così bello leggere la storia dell vostra amicizia. Ho riscontrato altre olte che sei una narratrice avvincente! Lo sai che ho dato il link di Foulards a nouer ad ad alcune mie amiche e sono rimaste affascinate, mi hanho detto che lo vorrebbero avere stampato per poterlo consultare! Grazie ancora!

  3. 5 aprile 2013 alle 15:53

    Bellissimo, complimenti a voi girls e a Cecilia x le sue grandi capacità!!!!

  4. 5 aprile 2013 alle 17:20

    Ma che io nn avevo ancora capito che il primo disegno fosse della figlia di Cecilia!! Davvero un talento di madre in figlia!
    Questa storia di voi blog amiche mi è piaciuta moltissimo!
    Un giorno ci incontriamo tutte a Venezia e ci facciamo un giro tra pasticcerie e botteghe!
    Baci a tutte le blog amiche:*****

  5. 6 aprile 2013 alle 8:31

    Sai che non sapevo come fosse nata la vostra amicizia!!:) Un bellissimo racconto, e un bellissima testimonianza dell'idea di blog che preferisco. Io seguo ormai tutte e tre e vi trovo adorabili, sono poi in attesa dei vostri resoconti della prossima fashion week, speriamo che maledizioni e pioggia vi preservino;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *