Come cambiare un outfit senza cambiarsi [Atelier Altrecose di Lu]

In una giornata in cui era prevista una pioggia torrenziale, vestita di conseguenza con jeans, sneakers da strapazzo e camicia, da Altrecose ho cambiato outfit… senza cambiarmi.
***
On a rainy day wearing jeans and sneakers I changed my outfit without changing it.

Ho semplicemente cambiato accessori: via la mia cintura, le mie scarpe e la mia borsa et voilà una mise totalmente diversa.
Le scarpe:
da sneakers sono diventate tango open toe, solo il colore, grigio, è rimasto lo stesso.
***
I only changed the accessories: the belt, the shoes and the bag.
 
The shoes:
my sneakers turned into open toe tango shoes (withount changing the grey colour).
Scarpe: Petite Thèrése
La borsa:
da shopping di tela è diventata a mano in pelle dalla classica forma primi anni 60, solo il rosa è rimasto uguale.
***
The handbag:
my canvas tote turned into a 60s inspired leather handbag (the colour was the same: pale pink).
Borsa: Numero 10
La cintura:
da semplice di pelle blu è diventata in corda con charms.
***
The belt:
my classic blue leather belt turned into a rope one with charms.
Cintura: Altrecose
 
 
In realtà, in questa stagione infida in cui un attimo prima c’è il sole, ti distrai un secondo e piove, i jeans e le sneakers sono la mia divisa principale.
Però, quando vinco la pigrizia mentale che il cielo plumbeo di Milano mi ispira in questi periodi, la divisa cambia aspetto cambiando solo gli accessori.
La borsa che vedete è rosa cipria e la pelle è morbidissima.
Alberto Mondini è il designer e 10 è il giorno di Dicembre in cui è nato suo figlio (ma anche “un numero da fuoriclasse come nel calcio“).
Per lui inizialmente l’ispirazione è stata il vintage, da cui si è lentamente distaccato fino ad arrivare a pensare e produrre accessori totalmente nuovi e unici.
Le Numero 10 sono borse artigianali, lavorate e tinte a mano una ad una e, cosa che mi piace tanto,
l’obiettivo è di realizzare accessori che entrano nella vita delle persone e diventano importanti, fondamentali. Questo è possibile solo concentrandosi su modelli che possono accompagnarci tutti i giorni senza stancare, essere dimenticati un bel giorno nell’armadio e, se ripescati dopo anni, mantenere fresco e attuale il loro fascino“.
***
The pale rose handbag is artisanal and soft.
Numero 10.
Alberto Mordini is the designer and 10 is the day of December when his child was born a few years ago.
He was first inspired by vintage but soon he left this kind of inspiration driving to a different kind of new and unique creations.
The Numero 10 hanbags are crafted ad dyed by hand one by one and
 
“the goal is to create accessories that come into people’s lives and become necessary, a milestone, just like something we dearly treasure. This objective will only be reached when we think about those models and items that are forgotten by ourselves in the closet for a few years (but also for a couple of decades), and when we find them again, they are still fresh and current”.
Oggi da Meggie (che ringrazio per la pazienza nel fare le foto in interni con all’esterno il cielo plumbeo da pioggia) altre ispirazioni.
***
I suggest you to read Meggie’s new post to find some other inspirations.
Via Cerva 8 – Milano (map)
tel.0236686679
altrecosedilu@libero.it

  12 commenti per “Come cambiare un outfit senza cambiarsi [Atelier Altrecose di Lu]

  1. 29 aprile 2013 alle 9:09

    questo e' quello che faccio anche io ogni mattina!
    …ma al contrario.
    penso a jeans o pantalone o gonna basic con top basic o comodo con: tacchi, borsa carina e accessori frou frou e poi mi trovo inspiegabilmente alle 4 con ballerine o sneakers, sacca portatutto e un solo orecchino O.o

    • 29 aprile 2013 alle 12:56

      Ecco, brava, invece generalmente il mio primo pensiero è il basic-sportivissimo, poi evolvo (ma non sempre!)

  2. 29 aprile 2013 alle 11:45

    Sei sempre bellissima, con tanta classe!
    esiste lo shop on line di questo negozio?
    ciao
    momben

    • 29 aprile 2013 alle 12:54

      Ciao carissima Ben!
      No, per il momento altrecose non ha lo shop online. Potrebbe essere un'ottima scusa per venire a Milano!!

  3. 29 aprile 2013 alle 12:36

    Amica, di niente, è stato un piacere fotografarti… e direi che il favore è stato ampiamente corrisposto, dato che tu le hai fatte a me 😀
    Quella cintura è adorabilissima, e le borse Numero 10 splendide *-*
    Baci tesora!

  4. 29 aprile 2013 alle 13:12

    Io mi sono innamorata di quelle scarpe!!!:)

    • 29 aprile 2013 alle 13:19

      Sono molto belle (e totalmente made in Italy, ovvio!) e non puoi capire come sono comode!
      Ci sto facendo un pensierino pure io, proprio in grigio come quelle che ho indosso…

  5. 29 aprile 2013 alle 13:32

    stai benissimo, Chiara! che belle cose ha questo negozio, mi ci devi portare la prossima volta che vengo a Milano!!
    baci :-**

    • 29 aprile 2013 alle 16:16

      Credo proprio che te ne innamorerai, sai? Tra l'altro per ogni capo Lucia prende pochissimi pezzi, a volte anche solo uno per taglia, perchè le piace che chi lo indossa non lo ritrovi indosso ad altri.
      Ti ci porto sì!
      :-***

  6. 29 aprile 2013 alle 15:26

    Amica che delizia quella cintura con i charms!
    La borsa poi è davvero stupenda con quell'aria retrò.
    Non vedo l'ora di venire a Milano a fine maggio per vedere dal vivo tutte queste cosine stupende!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *