MFW Febbraio 2013 e la Legge di Murphy

La tragedia abitifera che mi ha colpita due giorni prima dell’inizio della famigerata fashion week milanese, come sapete, in realtà altro non era che un timido ma eloquente avvertimento di quello che in realtà sarebbe successo di lì a poco.
Ri-come  sapete, infatti, la neve e il gelo sono stati eventi climatici semplicemente collaterali al circo di quei giorni, in cui è la peste nelle sue forme più svariate ad averla fatta da padrona.
Inutile dire che la delusione più grande sia arrivata alla mia tenera età non per aver perso eventi, presentazioni, sfilate ma semplicemente per aver perso il divertimento di condividere con amiche lontane (Bailing, Giulia, Anto) molti di quei momenti, che alla fine si sono ridotti a qualche ora sparsa e risicata che per fortuna siamo riuscite a ricavarci ugualmente (stando lontane, eh, ci mancavano solo le mascherine da chirurgo e i campanelli!!).
Simonetta Ravizza catwalk
Di alcuni momenti ho avuto il reportage fotografico dalla mia carissima Meggie, tutte le foto di questo post sono sue infatti, oltre ovviamente allo spetteguless in tempo reale con la chat a più voci di whatsapp e i millemila sms collaterali.
La sfilata di Simonetta Ravizza, ad esempio, sontuosa come la location, con alcuni spunti nuovi assolutamente da non trascurare come l’idea del pelo sotto i capispalla o la mostra di Vionnet e Thayaht Between Art and Fashion, per quattro giorni al Museo Poldi Pezzoli, sono solo due tra i momenti pianificati da settimane ma saltati miseramente.
Nota personale.
In questi giorni non sto affiancando il testo in inglese, i miei lettori stranieri non sanno che in realtà sono una donna fisicamente distrutta da due settimane di febbri a 40 (e altrettante notti insonni) di bambini under 6 e poi dalla bomba antibiotica per per altri dieci giorni ho dovuto ingerire per non finire miseramente ricoverata.
Sto risorgendo e in tutto questo, forse, la vera tragedia abitifera è che ho avuto tempo per covare nuove (tragiche) necessità da armadio!

  6 commenti per “MFW Febbraio 2013 e la Legge di Murphy

  1. 1 marzo 2013 alle 11:01

    COME ti capisco amica….anzi QUANTO!
    Anche io convalescente..
    Coraggio coraggio…
    😉

  2. 1 marzo 2013 alle 13:31

    Ammiro la tua energia: nonostante la spossatezza post influenzale, riesci ad aggiornare il blog con bellissimi post ;)))

    http://www.lostinunderwear.blogspot.it

  3. 1 marzo 2013 alle 13:43

    per fortuna noi rimedieremo presto 😉
    baci!!!!

  4. 1 marzo 2013 alle 14:33

    Abbiamo passato poco tempo insieme, ma di qualità. E per me è volato!

  5. 1 marzo 2013 alle 15:26

    Anch'io ho avuto l'influenza e sono davvero convinta che stai facendo molti sforzi per rimetterti in piedi! Dopo il malanno ho dovuto prendere i fermenti lattici per riprendere vitalità!

  6. 1 marzo 2013 alle 16:33

    sono curiosissima di venire a conoscenza delle ultime tragedie, allora 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *