“Dalla città al cucchiaio”, dialoghi di riqualificazione urbana e design

Officine del Volo – Milano
from my Instagram @clarissavintage
Martedì scorso sono stata alla conferenza stampa di presentazione di uno degli eventi secondo me più interessanti del Fuori Salone: ddn DESIGN VIEW che si terrà dal 9 al 14 aprile, per cinque giorni, durante il Salone del Mobile milanese presso l’area MAD – Mecenate Area Design in collaborazione con la casa editrice DDW Design Diffusion World.
 

i Girasoli, simbolo della città sostenibile
secondo l’architetto Nicola Gisonda
from my Instagram @clarissavintage
 
 

In 6000 mq sarà allestito un viaggio nel design e nella creatività con percorsi dedicati a VIP, Very Important Pedestrian, secondo l’idea dell’urbanista inglese Colin Buchanan, e il vero valore aggiunto è che l’evento è concepito come un “laboratorio di idee” per disegnare una città migliore incontrandosi e confrontandosi in una sorta di tavola rotonda permanente per cinque giorni.

Ci saranno contaminazioni tra design, food e moda (a noi ragazze piace la moda, quindi vi segnalo che Chiara Boni con gli abiti de La Petite Robe sottolineerà il concetto di good design utile e accessibile) intesi come singoli aspetti della creatività, fattore fondamentale per la trasformazione e quindi per il futuro del giusto sviluppo economico territoriale.

Verrà esplorato il (felice) ritorno al valore dell’artigianalità e dell’idea creativa e il (felicissimo) ritorno dei laboratori nei centri urbani, per sottolineare che la stretta connessione tra creatività e città (intesa quest’ultima come luogo della diversità) che, iniziata nel medioevo con i Comuni, è ancora viva e ora richiede una collaborazione ancora più stretta per rendere la città vivibile, sostenibile e godibile.

Questo blog, che come sapete ama Milano (Eyes up!) e la sostenibilità (essenza del vintage e del riciclo), il Made in Italy e l’artigianalità, non poteva non segnalarvi questo evento-opportunità!

 

from ddn Design View  website

  6 commenti per ““Dalla città al cucchiaio”, dialoghi di riqualificazione urbana e design

  1. 12 marzo 2013 alle 8:14

    Peccato non essere a Milano per quella data, i fuori salone sono sempre stati le cose più interessanti del Salone del Mobile!

  2. 12 marzo 2013 alle 10:09

    questi progetti di recupero di vecchi edifici mi sorprendono e affascinano sempre incredibilmente…peccato non essere da quelle parti, davvero molto molto interessante è il luogo sembra perfetto per diverse iniziative!

    lens & anything else

  3. 12 marzo 2013 alle 12:51

    Oh Clarissa…bellissimo questo post: serve al mio futuro progetto/lavoro! Grazie!
    Mi sei piaciuta nel post precedente.
    Ciao
    momben

  4. 12 marzo 2013 alle 17:26

    Interessantissimo questo evento! Non vedo l'ora di farmi un po' di Fuori salone 😉
    Baci amica :***

  5. 12 marzo 2013 alle 21:17

    Dal cucchiaio alla città la grande sfida di Rogers nei confronti di quel sottile filo tra architettura e design. Da bravi politecnici non mancheremo sicuramente al consueto appuntamento, soprattutto con il Fuorisalone!

  6. Daphne
    14 marzo 2013 alle 11:40

    Peccato davvero non esserci durante il Salone.
    Io adoro edifici riqualificati e che poi sono messi a disposizione dell'arte e di iniziative creative.
    In generale sarebbe utile come politica, sia da parte di organismi pubblici che società private, ristrutturare gli edifici/palazzi/casali dismessi per poi riutilizzarli per altri scopi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *