Appunti di viaggio (mangiar bene)

Come con Food and Mood in Milan, ho pensato di iniziare a raccogliere i miei appunti sul mangiar bene in Italia con Food and Mood in Italy.

Vi parlerò, come per Milano, di locali storici, stellati o segnalati da anni nella guida Slow Food, perchè da quando abbiamo i bambini andiamo a mangiar fuori poche volte all’anno e la scelta inevitabilmente ricade sulla qualità (elevata) sia del cibo, che del servizio, che degli ambienti.
Oggi vi porto al Ristorante Oste Scuro di Brixen, una nostra vecchia conoscenza.
Vi dico solo che addirittura il cinquenne Baby-T, storicamente refrattario al cibo, continua a chiedere di ritornarci (ma temo che dovrà aspettare le prossime vacanze di Natale).

***
As for “Food and Mood in Milan” label, I decided to take notes about the excellent food in Italy creating the label “Food and Mood in Italy”.

Today I will take you to Finsterwirt Restaurant in Brixen.

Poche sale raccolte si susseguono una dopo l’altra tra mura spesse e antiche vetrate, l’arredamento è un esempio tipico di gusto locale con pezzi antichi originali e la tavola è apparecchiata con gusto.

***
The dining rooms are surrounded by large walls and ancient glasses, the table is simply and set with style.

Il servizio è attento e preciso, i bambini sono accolti con il sorriso (i miei non erano gli unici, tutti al tavolo e non urlanti).

I piatti, a base di ingredienti locali, sono un eccellente esempio di cucina sudtirolese squisita e leggera allo stesso tempo (insomma, non rischierete ritorni di fiamma a distanza di ore!!).

***
The service is precise and babies are welcome.

The menu is tasty and lightly based on regional products.

Raviolini di capriolo in brodo di selvaggina
Brasato al Lagrein con verdure e riso pilav 

Anche i dolci sono ottimi.

***
Sweet plates are delicious, too.

Variazione di strudel con gelato di cannella
Sorbetto di arance con fetta di dolce di caffè
Canederli dolci alla ricotta con cachi marinati e gelato al miele
walking in Brixen

three of us walking in Brixen


Un altro suggerimento è di visitare le cantine lungo la Strada del vino e, se vi piacciono i vini altoatesini, di prendere qualche bottiglia ad esempio alla Cantina di San Michele Appiano (purtroppo ci siamo ricordati di far foto solo qui).

***
Another suggestion: visiting the cellars along South Tyrolean Wine Road is a good idea, expecially if you like the local wines.

  7 commenti per “Appunti di viaggio (mangiar bene)

  1. 21 gennaio 2013 alle 8:55

    Bella iniziativa! Deve essere eccezionale l'abbinamento del gelato alla cannella con lo strudel. Proverò!
    http://modeskine.blogspot.com

  2. 21 gennaio 2013 alle 11:07

    Veramente un posto stupendo e quante cose buone da mangiare poi!!

  3. 21 gennaio 2013 alle 12:06

    Questa rubrica ci piace assai!
    Ci piace mangiare e bere…BENE! :)
    Baci

  4. 21 gennaio 2013 alle 12:24

    Ecco purtroppo quella del mangiare bene in ottimi ristoranti è una delle cose che ho abbandonato diventando vegetariana. A Milano mi intriga molto Joia … chissà se riuscirò mai a provarlo ;)))

    http://www.lostinunderwear.blogspot.it

  5. 21 gennaio 2013 alle 17:33

    Me lo segno, e quest'estate lo provo. Io vado all'alpe di Siusi. Altre segnalazioni in zona?

  6. 21 gennaio 2013 alle 19:50

    Amica, che meraviglia quei ravioli in brodo!
    Eheh, baby T è un genio, non c'è che dire… e un grandissimo ometto di mondo!
    Baci :***

  7. 21 gennaio 2013 alle 21:49

    Finalmente nel tuo blog:-) Leggo Meggie a Pois e Bailing non potevo mancare anche qui.
    Prima di iniziare a curiosare in giro, mi permetto di consigliarti in linea con il tuo post, un app per il cellulare che è anche un sito MiSiedo. Puoi prenotare il ristorante a qualsiasi ora e c'è una vasta selezione su Milano. Un progetto in cui credo quindi mi permetto di sponsorizzarlo:-P

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *