I miei “mai senza” di primavera – My spring “never-withouts”

Tutte abbiamo dei capi che ogni singola stagione sono i nostri “mai senza” anno dopo anno.
Ecco i miei sei “mai senza” di primavera:
1. Le T-shirt a maniche lunghe
In cotone bianco, con scollo tondo o a barchetta ne ho decine, praticamente solo di Petit Bateau.
Le uso sotto i maglioncini leggerissimi, sotto le giacche o da sole con le perle.
Avete suggerimenti su alternative al mio fornitore decennale che siano super valide sia per modelli, consistenza del tessuto e resistenza ai lavaggi?
Tra le mie T-shirt “mai senza” ci sono poi le marinière come ogni donna di mare che si rispetti.

***
Petit Bateau white cotton T-shirts and pearls.
Petit Bateau long sleeve T-shirt
2. Le camicie BIANCHE o CELESTI
Di cotone, collo all’italiana, essenziali.

***
Men style white or light blue cotton blouses.
3. I pantaloni a sigaretta corti alla caviglia
Con l’orlo un po’ alla “saltafossi”, incurante del fatto che non svetto, uso questi pantaloni praticamente dalla mattina alla sera.
Blu, marrone, bianco, rosso e nero sono i colori che uso da sempre.

***
Cigarette pants from day to night, blue, brown, white, red and black.
Zara cigarette pants
4. Le ballerine
 
Sulle ballerine prima o poi scriverò un post, sono la mia fissazione e anche in questo caso me ne infischio totalmente di non svettare.
Rasoterra, non accollate, regolabili e morbide tanto da non sentirle ai piedi, ecco come devono essere le mie ballerine.

***
Ballerins are my obsession, I will write a post about them one time.
My ballerinas have to be very flat, suitable and totally comfortable on my feet.
Le ballerine di Alessandro Garzia, handmade – Vigevano
5. Il blazer di cotone
Classico o no e in cotone pesante, i miei colori sono il blu, il beige e il verde.

***
Cotton blazer. My colours are blue, beige and green.
6. L’ombrellino da borsetta
Da quando vivo a Milano è diventato un oggetto che “mai senza”, uscire la mattina senza l’ombrelletto in borsa può essere fatale.
Ne ho due che sono cult, di ottima qualità e che reggono anche ai colpi di vento: uno di Purificacion Garcia, arancione, beige e nero molto pop, e uno di Piquadro color ruggine e azzurro che mi ha regalato una delle mie più care amiche.

***
A tiny humbrella is always in my handbag.
Mini-humbrellas from left: Purificacion Garcia, Piquadro
E voi? Quali “mai senza”? E soprattutto sono, come per me, sempre gli stessi dalla notte dei tempi o di anno in anno aggiungete o togliete alla lista?

***
What about your spring never without? Are they still the same or they change year by year?

  18 commenti per “I miei “mai senza” di primavera – My spring “never-withouts”

  1. 2 maggio 2012 alle 13:09

    I tuoi "mai senza" di primavera coincidono con i miei! Aggiungerei solo una pashmina/foulard/sciarpa, che con il tempo pazzerello degli ultimi anni è sempre utilissima ;)))

    http://www.lostinunderwear.blogspot.com

    • 3 maggio 2012 alle 10:57

      Brava, manca la sciarpina, che non è una vera e propria dimenticanza ma è per me un capo mai senza tutto l'anno: se non la metto, il mal di gola è certo!
      Un bacione

  2. Mariagrazia
    2 maggio 2012 alle 15:54

    Ciao Clarissa! Sono Mariagrazia e seguo il tuo blog da qualche tempo e lo trovo davvero carino!
    Quanto al post di oggi, io mi soffermerei sulle ballerine: sono "flataholic" dal liceo (e ora sono all'ultimo anno di dottorato, sigh!) e non riesco a rinunciare alle mie adorate in nessuna stagione. Qualche anno fa, sono addirittura stata colta di sorpresa dalla neve, ma quelle che portavo quel giorno erano imbottite di pellicciotto e avevano il carrarmatino sotto: è stato splendido, piedi caldi e niente scivoloni, il tutto con stile!
    Per la primavera, ogni anno c'è una new entry: quest'anno, viste le abbondanti precipitazioni, ne ho preso un paio in vernice, ma non sono esattamente confortevoli e se invece dell'annunciata pioggia, spunta inaspettatamente il sole (vedi la giornata di oggi), si trasformano in temibili armi di tortura. Non vedo quindi l'ora di passare alle ballerine morbide e confortevoli di cui nel post!
    Mariagrazia
    PS: ti seguo su Pinterest! Il mio "nome in codice" è Maya Viola 😉

    • 3 maggio 2012 alle 10:59

      Eccoti, sei tu :D! Ti seguo anche io, l'avrai notato, ed è un continuo "pinnare e ripinnare" reciproco :DD

      Mi sa che siamo in molte ad essere malate di ballerine!

  3. 2 maggio 2012 alle 17:58

    super super chic (ma dov'è la novità?)

    la t shirt con le perle è un vero dettaglio sfizioso!

  4. Anonimo
    3 maggio 2012 alle 9:16

    Ciao, mi chiamo Stefania, volevo presentarmi perché seguo da qualche tempo il tuo blog: mi piace moltissimo! Ti ho conosciuta da un link di Momben e da allora entrambe siete tra le mie preferite (nonché più vicine al mio gusto). Continua così. Ciao!

    • 3 maggio 2012 alle 11:01

      Ciao Stefania, che bello quando "vi rivelate"!
      Grazie per le belle parole e …. anche io adoro Momben!

  5. Anonimo
    3 maggio 2012 alle 9:41

    I miei "mai senza" sono i foulard e le collane. Non rinuncio mai a comprarne, soprattutto quando li trovo a buon prezzo e di buona qualità.
    Per le magliette: so che non sono il massimo dell'economicità, ma le magliette basic in viscosa di Max&Co sono il massimo della praticità e dell'eleganza per me. Le metti, le lavi, le stendi e le rimetti.
    Praticamente non le stiri e oltre ad esserci di diversi colori (io le ho beige, bianche, blu, verde salvia…) sono versatili, perfeete con i jeans e con i pantaloni più eleganti. Ah, e hanno le maniche al gomito!
    P.S. In questo tuo post http://www.lastanzadegliarmadi.com/2011/06/passione-seriale.html
    c'è una borsa che mi fa morire, ma dove l'hai presa?
    Ciao Marika

    • 3 maggio 2012 alle 11:02

      Mariuuuzza?!
      Grazie della dritta di Max&Co, le proverò!
      La borsa di quel post era di mia nonna :-)
      Baciuzzo

  6. 3 maggio 2012 alle 22:43

    Praticamente gemelle, se non fosse per l'ombrello che io odio e non uso mai. Memore del finale di Colazione da Tiffany, ho sviluppato un gusto perverso nel prendere pioggia. In Burberry, ca va sans dire.
    Baci cara

  7. Mariagrazia
    4 maggio 2012 alle 18:43

    Penso proprio di averti appena intravista in un servizio del TG1 sul riciclaggio! Carino vederti "animata" 😉
    Buon fine settimana!
    M

  8. 5 maggio 2012 alle 12:48

    Ovviamente anche io ho i miei mai senza stagionali!
    Alcuni ricorrono di anno in anno (pantaloni alla caviglia e ballerine, proprio come te!!) altri invece sono la "fissazione" della stagione.
    Quest'anno per esempio sono in fissa con mariniere e t-shirt bianche!
    (E vedendo la tua collana di perle mi sono ricordata che devo sperimentare la mia con la mariniere… per l'appunto!)
    Baci cara :-***

    P.S. Hai fatto un'intervista al TG1?!?

  9. 5 maggio 2012 alle 19:08

    a me piacciono anche le magliette di midali, anche queste non sono economiche ma sono morbide e vestono chiunque. condivido la passione per le mariniere (che ho comprato anche in versione originale in bretagna e sulla costa atlantica francese) e per le ballerine. le adoro!!! ciao!!!

  10. 16 maggio 2012 alle 13:19

    Midali mi piace molto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *